Fasi delle vene varicose degli arti inferiori

Spesso le gambe sono gonfie, verso la fine della giornata sembra che vi siano sospesi dei pesi, di notte i crampi sono tormentosi.

vene varicose degli arti inferiori

Questi sintomi di solito iniziano con le vene varicose, una malattia in cui il diametro dei vasi sanguigni aumenta e la circolazione sanguigna si deteriora. Perché si verifica? Le persone raramente pensano a come il sangue si muove attraverso i vasi. Sembra fluire dal cuore agli organi e viceversa liberamente. Il sangue scorre rapidamente attraverso le arterie a causa dell'alta pressione. È diverso con le vene.

Attraverso questi vasi, il sangue sale al cuore dalle membra, ed è come nuotare contro corrente. La gravità interferisce con la circolazione sanguigna. Pertanto, i vasi hanno valvole speciali che intrappolano il sangue e ne impediscono il deflusso.

A volte il sistema di valvole non funziona: è danneggiato o indebolito. Le valvole lasciano defluire troppo sangue, che si accumula, preme sulle pareti venose e dilata gradualmente i vasi. Le vene si gonfiano anche per altri motivi. Ad esempio, quando la parete venosa è danneggiata, non può resistere alla pressione del sangue e si allunga.

I medici distinguono diversi tipi di vene varicose delle gambe:

  • Vene varicose spaiate- un aumento dei vasi superficiali che non fanno parte del sistema della vena safena grande o piccola;
  • Vene varicose reticolari- gonfiore delle piccole vene safene;
  • Vene del ragno o teleangectasie- espansione delle vene intradermiche.

All'inizio, qualsiasi tipo di vene varicose sembra essere un problema minore, poiché provoca poco disagio fisico ed estetico. Pesantezza alle gambe, dolore, gonfiore. Modelli di vene blu o rossi sulla superficie della pelle Sembra innocuo Tuttavia, senza trattamento, la malattia progredirà inevitabilmente, a volte in mesi, a volte in decenni. Le complicazioni sorgono:

  • Trombosi venosa ed embolia polmonare

    La circolazione sanguigna nei vasi dilatati è compromessa. Spesso si formano coaguli di sangue: coaguli di sangue che bloccano le vene e occasionalmente si rompono e galleggiano nel cuore e nei polmoni. Se bloccano il flusso sanguigno agli organi vitali, questo può persino portare alla morte.

  • Ulcere trofiche

    Ferite che non guariscono vicino a vasi dilatati. Le vene varicose interrompono il metabolismo dei tessuti circostanti, in modo che parte della pelle muoia. È molto difficile curare tali ulcere perché dopo il trattamento spesso riappaiono. Guariscono e si infiammano di nuovo.

  • sanguinamento

    Le singole vene varicose superficiali si rompono e si verifica un lieve sanguinamento.

Puoi facilmente prevenire qualsiasi complicazione delle vene varicose: vai da un flebologo al primo segno della malattia. Stai particolarmente attento se sei a rischio.

Fattori di rischio

Non tutte le persone sono ugualmente inclini alle vene varicose. Alcuni si ammalano spesso, altri mai. Il ruolo principale nello sviluppo della malattia è giocato dalla debolezza ereditaria delle valvole venose, che sono spesso danneggiate a causa di fattori esterni.

Le persone con questo difetto non si ammalano immediatamente. Alcuni fortunati vivono per decenni e non hanno problemi con le vene. Il resto delle persone con un sistema valvolare indebolito è costretto a combattere le vene varicose per tutta la vita.

I fattori di rischio interferiscono con loro:

  • Età

    Gli studi dimostrano che la probabilità di vene varicose aumenta con l'età. A causa dell'invecchiamento, le valvole venose sono danneggiate e rotte. I nuovi non crescono. Meno valvole, più sangue viene trattenuto nei vasi.

  • Pavimento

    Le donne soffrono di vene varicose più spesso degli uomini. La colpa è dello squilibrio ormonale. Gli ormoni rilassano le pareti venose e aumentano il rischio di vasodilatazione. Qualsiasi farmaco ormonale, come i contraccettivi, rende le vene più vulnerabili.

  • Gravidanza

    Un'altra brutta notizia per le donne. La gravidanza non è solo un'opportunità per diventare madre, ma anche un grande fardello per il corpo. La quantità di sangue aumenta. La pressione sulle pareti venose aumenta e spesso si dilatano.

  • Obesità

    Le persone in sovrappeso affrontano problemi simili a quelli delle donne in gravidanza. C'è molto sangue nel corpo. Maggiore è il volume del sangue, più preme sulle pareti dei vasi sanguigni. Molti pazienti obesi hanno anche poco esercizio. Questo fattore aumenta anche la probabilità di vene varicose e cattiva circolazione.

  • Lunga immobilità

    Il sangue nelle vene scorre al cuore non solo a causa delle valvole, ma anche a causa del movimento dei muscoli. Si contraggono e spingono il sangue verso l'alto. Quando le persone stanno in piedi o sedute per molto tempo, i loro muscoli non funzionano. Di conseguenza, ristagna più spesso nelle navi.

Alcuni fattori di rischio, come l'età e il sesso, incombono sempre minacciosamente sulle persone come la lama di una ghigliottina. L'influenza di altri fattori può essere ridotta.

Per ridurre il rischio di vene varicose, i medici raccomandano:

  • Esercizio quotidiano;
  • Tieni traccia del tuo peso e combatti l'obesità;
  • Non indossare indumenti e scarpe stretti che interferiscono con la circolazione sanguigna;
  • Cambia regolarmente la tua postura se stai seduto o in piedi per molto tempo.

Per lo meno, questi suggerimenti aiuteranno a ritardare il momento tetro di sperimentare le vene gonfie. Ricorda i sintomi della malattia. Conoscerli ti permetterà di vedere un dottore in tempo.

Ritratto di vene varicose. Segni di malattia

Le vene varicose colpiscono centinaia di milioni di persone in tutto il mondo e ogni anno questo club viene rifornito di nuovi membri. Perché?

Perché i segni della malattia non sembrano essere pericolosi. In molti pazienti, le vene varicose non causano disagio, poiché compaiono solo segni esterni:

  • Vene viola o blu sulla superficie della pelle;
  • Vasi contorti e gonfi, come corde.

Sembra sgradevole, ma finché i sintomi sono nascosti sotto i vestiti, le persone tendono a ignorarli. Almeno per un po. È molto più difficile chiudere gli occhi ai segni della malattia quando:

  • Dolore e pesantezza alle gambe;
  • Prurito intorno ai vasi sanguigni malati;
  • Bruciore, gonfiore e crampi nella parte inferiore della gamba;
  • Dolore intenso al movimento dopo lunga immobilità;
  • Scolorimento della pelle vicino alla vena varicosa.

I sintomi sono intermittenti. A volte si aggravano, a volte si attenuano. In estate, i segni delle vene varicose di solito si manifestano in piena forza e in inverno la malattia non infastidisce così tanto i pazienti. Tuttavia, questo non è un motivo per evitare un medico. Qualsiasi tipo di vene varicose delle gambe sono solo i punta dell'iceberg. I veri problemi iniziano con complicazioni che non solo causano disagio, ma minacciano anche direttamente la vita del paziente. Si consiglia di contattare un flebologo ai primi segni di vene varicose. In una fase iniziale, la malattia è facilmente curabile. Anche senza un intervento chirurgico, ci sono anche altri vantaggi per un trattamento rapido: non devi preoccuparti del disagio estetico delle vistose vene gonfie. E sarà anche possibile non aver paura delle complicazioni che spesso portano al ricovero. Attaccano nelle fasi successive della malattia.

Progresso mortale. Fasi delle vene varicose

Ci sono molte classificazioni delle vene varicose usate nel mondo. Parleremo di due classificazioni.

Cominciamo con il più vecchio.

  • Primo stadio o compensazione

    Piccole vene varicose compaiono sulle gambe e sulle cosce, che sono completate da edema e sensazione di pesantezza. Il flusso sanguigno non è disturbato.

  • Secondo stadio o sottocompensazione

    I vasi si espandono in diverse parti delle gambe - non solo le vene superficiali, ma anche le vene di collegamento sono interessate. Edema costante, vasi dilatati si alzano sopra la superficie della pelle. La diagnosi mostra un indebolimento delle valvole venose.

  • Fase tre o scompenso

    Si manifestano tutti i segni di ristagno di sangue nelle vene: pesantezza alle gambe, edema, affaticamento, dolore, crampi, prurito della pelle. Una gamma completa di disturbi trofici della pelle. Si formano anche ulcere trofiche.

La seconda classificazione è più ampia e si compone di sette fasi. Si chiama CEAP. Ogni lettera in questo acronimo denota una caratteristica della malattia:

  • C - stadio clinico;
  • E - la causa delle vene varicose;
  • A - anatomia della lesione;
  • P - fisiopatologia.

Di conseguenza, ogni fase della malattia ha le sue caratteristiche.

Fase 0

La fase più insolita nello sviluppo della malattia. I medici, infatti, non possono provare che il paziente sia veramente malato, non ci sono segni esterni di vene varicose e non possono essere rilevati nemmeno con l'aiuto della diagnostica ecografica, ma i sintomi sono ancora presenti. Nella fase iniziale delle vene varicose, il paziente è preoccupato per l'edema, la pesantezza alle gambe e i crampi notturni, che non sempre indicano problemi con i vasi. Pertanto, è impossibile diagnosticare la malattia in questa fase.

Fase 1

Sulla pelle sono chiaramente visibili vene varicose con un diametro inferiore a 1 mm e le vene reticolari a volte si espandono fino a 3 mm di diametro. In rari casi, ai sintomi esterni si aggiungono edema, crampi notturni, dolore. Non tutti i medici riconoscono il primo stadio delle vene varicose come vere e proprie vene varicose, poiché le vene varicose non si formano sempre a causa di problemi con le valvole venose.

Fase 2

È dal secondo stadio delle vene varicose che compaiono le vene varicose con un diametro di 3 mm. A volte di più I noduli blu dei vasi dilatati sono chiaramente visibili sulla pelle. Possono crescere e scomparire. Le vene sono particolarmente pronunciate dopo molto tempo al computer e indossando scarpe scomode e strette con i tacchi alti. I pazienti spesso sviluppano coaguli di sangue.

Fase 3

Compaiono tutti i sintomi caratteristici delle fasi precedenti della malattia. Si sviluppano vene varicose. Ora il gonfiore alle gambe non scompare. La pelle dei vasi sanguigni malati è particolarmente gonfia la sera, ma anche durante il giorno non è molto comodo indossare scarpe e vestiti stretti. Il terzo stadio delle vene varicose sembra indicare che in futuro i problemi della pelle non potranno che peggiorare.

Fase 4

La nutrizione dei tessuti adiacenti alle vene varicose è compromessa. Non ricevono le sostanze necessarie, a seguito delle quali si verificano cambiamenti trofici:

  • lipodermatosclerosi;
  • Eczema;
  • Oscuramento o scolorimento della pelle.

Per il quarto stadio delle vene varicose, sono caratteristici cambiamenti radicali nel colore della pelle. Una grande quantità di pigmento si accumula nella pelle e può diventare marrone scuro o nero, o viceversa. Il pigmento non raggiunge la pelle e si atrofizza - assume un doloroso colore bianco Le singole parti delle gambe non cambiano solo colore. Si infiammano anche loro. Sulla pelle si formano piccole macchie rosse o grandi lesioni trasudanti; se non trattati, questi sintomi peggiorano costantemente e causano ulcere trofiche.

Fase 5

I segni delle fasi precedenti della malattia persistono e inoltre si formano ulcere trofiche che guariscono rapidamente. Tuttavia, è troppo presto per gioire. Fino a quando la malattia non sarà curata, appariranno nuove ulcere. Il quinto stadio delle vene varicose è uno dei più difficili. Dolore alle gambe, vene gonfie contorte e altri sintomi disturbano il paziente 24 ore su 24.

Fase 6

L'ulcera trofica non guarisce più. Ora una brutta ferita sporge costantemente sul corpo di un paziente con vene varicose. Questo non è più solo un difetto estetico, ma una completa morte del tessuto, che è accompagnata da un aumento della temperatura, dolore e secrezione purulenta. È estremamente difficile liberarsene Per ripristinare la salute dal sesto stadio delle vene varicose, è necessario un trattamento a lungo termine. Senza l'eliminazione della malattia, l'ulcera non scomparirà per sempre. Ci sono molti casi noti in cui i medici hanno usato la terapia corretta, ma l'ulcera si è ripresentata ancora e ancora.

Trionfi nella manica di un flebologo. Metodi di trattamento per le vene varicose

Dopo la diagnosi, il flebologo non solo determina lo stadio della malattia, ma sceglie anche il metodo di trattamento. I pazienti con vene varicose nelle prime fasi non necessitano di un intervento chirurgico. Viene utilizzato un trattamento conservativo; il medico prescrive calze a compressione, farmaci e raccomanda esercizi speciali. Questo rimuove i sintomi delle vene varicose. Lo sviluppo della malattia si ferma e previene le complicazioni. Nei casi più gravi, tali metodi non aiutano più e il flebologo usa le carte vincenti: i moderni metodi poco traumatici per il trattamento delle vene varicose.

Microscleroterapia

  • indicazioni

    La procedura è prescritta contro le vene dei ragni. Questo è il nome dei sottili vasi sulla superficie della pelle, solitamente di colore rosso o blu. La microscleroterapia non elimina le grandi vene varicose, ma solo i difetti estetici.

  • Avanzamento della procedura

    Il medico inietta lo sclerosante nei vasi dilatati usando un ago fino a 0, 3 mm di diametro. Questa sostanza distrugge le pareti interne delle vene, in modo che i vasi si uniscano e scompaiano. Anche le manifestazioni sulla pelle scompaiono.

  • Benefici

    La procedura mostra risultati eccellenti: rimuove fino al 98% delle manifestazioni. Sì, non subito. Tutte le tracce su questa zona della pelle scompaiono in 4 settimane. Nessuna cicatrice. L'operazione è sicura e indolore.

Coagulazione laser endovasale

  • indicazioni

    La procedura è efficace per le vene varicose non più di 10 mm e rimuove anche le neoplasie vascolari - angiomatosi, emangiomi, ecc. Alcuni medici trattano le ulcere trofiche con la coagulazione laser.

  • Avanzamento della procedura

    Il flebologo usa un catetere laser. Inserisce questo dispositivo all'interno del vaso malato e sigilla le sue pareti, dopodiché la vena si chiude e smette di pompare sangue. Il flusso sanguigno viene reindirizzato. La procedura richiede fino a 40 minuti e viene eseguita in anestesia locale.

  • Benefici

    Operazione indolore e sicura. Non ci sono cicatrici, ematomi e altre tracce nel sito di inserimento del catetere. I pazienti non hanno bisogno di una lunga riabilitazione: vanno a casa in 3 ore e al lavoro in 1 giorno.

Scleroterapia con schiuma

  • indicazioni

    Il metodo di trattamento di diversi tipi di vene varicose - con vene varicose più di 10 mm. Aiuta a rimuovere le vene varicose.

  • Avanzamento della procedura

    Il medico inietta sclerosante nel vaso in forma schiumosa. La sostanza copre le pareti venose e le distrugge, dopo di che la vena infiammata si chiude e la circolazione sanguigna in essa si ferma. La schiuma copre una vasta area e viene rapidamente assorbita. Basso rischio di complicanze.

  • Benefici

    La schiuma riempie e chiude facilmente anche le vene di grandi dimensioni. In soli 20 minuti o meno. Procedura sicura e indolore che non lascia cicatrici o altri segni.

Miniflebectomia

  • indicazioni

    È uno dei principali trattamenti per vene di grandi dimensioni fino a 18 mm di diametro. Aiuta a rimuovere il gonfiore. Ripristina il normale flusso sanguigno. I medici prescrivono la miniflebectomia dopo l'eliminazione della tromboflebite dei tronchi sottocutanei.

  • Avanzamento della procedura

    Il flebologo perfora la pelle di fronte ai vasi malati. Il diametro del foro non supera 1-2 mm. Il medico afferra la vena con ganci speciali, estrae l'area interessata e la rimuove. Taglia un segmento della nave dopo l'altro. Viene utilizzata l'anestesia locale. Le ferite vengono chiuse con nastro medico e il paziente indossa calze a compressione sopra.

  • Benefici

    Rimozione completa delle vene malate in 1 ora o meno. Dopo la procedura, rimangono piccoli lividi sulla pelle, ma anche loro scompaiono in 2 settimane. Il paziente guarisce completamente in 10 giorni.

I flebologi cureranno le vene varicose in qualsiasi momento

Le vene varicose compaiono in persone di qualsiasi età, ma più spesso colpiscono uomini e donne adulti. E le donne più spesso. Ne abbiamo già parlato. Non tutte le persone si sforzano di sottoporsi a un trattamento. Perché? È molto semplice: nelle fasi iniziali, le vene varicose non causano gravi disagi. Inoltre, i suoi sintomi sono simili a quelli di altre malattie, il che complica la diagnosi, ma le persone con sintomi più gravi non hanno sempre fretta di consultare un flebologo. Perché hanno paura dell'operazione. Oppure pensano che il trattamento sarà costoso, ma la malattia non si ferma e continua a svilupparsi attivamente, soprattutto se il paziente si espone a fattori di rischio. Più la malattia va avanti, più è difficile liberarsene Nelle prime fasi, le vene varicose possono essere curate senza intervento chirurgico. Quest'ultimo richiederà un intervento chirurgico e un trattamento a lungo termine delle ulcere trofiche. La conclusione è semplice: è necessario sbarazzarsi delle vene varicose il prima possibile. Chi dovresti contattare? Le vene varicose e altre malattie vascolari sono trattate da un flebologo. I residenti delle grandi città possono facilmente trovare diverse cliniche dove possono eliminare le vene gonfie. Devi solo scegliere il migliore. Chiedi consiglio a parenti e amici: tra loro ci sono probabilmente persone con vasi malati.