Flebeurismo

Flebologo esamina le gambe di un paziente con vene varicose

Le vene varicose alle gambe sono una grave patologia che si verifica a causa di un malfunzionamento delle valvole venose. C'è un fallimento dell'equilibrio fisiologico tra le cellule muscolari, l'elastina e le fibre di collagene delle pareti dei vasi, a seguito della quale le vene si espandono e si formano i nodi. Molto spesso, la patologia si manifesta nelle gambe. Senza un trattamento tempestivo, si verifica la deformazione delle vene, si sviluppano ulcere trofiche, si formano coaguli di sangue, che possono causare gravi complicazioni e persino causare la morte.



Cosa provoca una malattia delle vene degli arti inferiori

Le vene varicose si riferiscono a malattie con sviluppo graduale e progressione costante, le cui cause sono più spesso:

  • eredità associata a un difetto genetico;
  • obesità e sovrappeso, che aumentano il carico sul sistema vascolare;
  • stile di vita e campo di attività: attività fisica prolungata, in piedi o, al contrario, lavoro sedentario, uso frequente di abiti troppo stretti e attillati, scarpe col tacco alto, cattive abitudini, alimentazione squilibrata;
  • cambiamenti e squilibri nei livelli ormonali, per esempio, durante la gravidanza.

Quali sono i sintomi delle vene varicose

Ci sono 6 fasi delle vene varicose, ognuna delle quali è caratterizzata da alcuni sintomi:

  • stadio 0 - pesantezza e dolore alle gambe, leggero gonfiore, crampi notturni, ma senza manifestazioni esterne;
  • stadio 1 - aspetto sottile di reti vascolari o "asterischi";
  • fase 2 - vene ingrossate e comparsa di nodi, che diventano particolarmente evidenti dopo una seduta prolungata o una camminata;
  • fase 3 - viene aggiunto un notevole gonfiore delle gambe;
  • stadio 4 - si verificano cambiamenti trofici negli arti: pigmentazione cutanea anormale, sviluppo di infiammazioni cutanee;
  • stadio 5 - la formazione di ulcere trofiche;
  • fase 6 - la comparsa di ulcere trofiche non cicatrizzanti.

Le prime fasi delle vene varicose sono difficili da diagnosticare a causa di sintomi simili ad altre malattie. Ma, grazie ai metodi diagnostici avanzati utilizzati nelle cliniche, è possibile identificare la patologia e stabilire con precisione una diagnosi.

Metodi per la diagnosi e il trattamento delle vene varicose

Una diagnosi accurata è la chiave per un trattamento efficace! Per identificare le vene varicose e determinare lo stadio della malattia, viene utilizzata l'ecografia Doppler, un metodo altamente informativo che consente di valutare il flusso sanguigno nel letto arterioso e venoso, effettuando una diagnosi accurata.

Le vene varicose vengono trattate con un metodo conservativo, per iniezione o chirurgico. Il primo viene effettuato nelle fasi iniziali della malattia e mira a ridurre l'intensità dei sintomi e migliorare il benessere. Purtroppo, questo metodo non è in grado di eliminare la causa e le conseguenze della malattia. I principali metodi di tale terapia includono:

  • fisioterapia;
  • terapia compressiva - indossare bende elastiche e biancheria intima speciale a compressione;
  • farmacoterapia - assunzione di farmaci venotonico e antinfiammatorio che possono aumentare il tono delle pareti venose, migliorare il flusso sanguigno ed eliminare i processi infiammatori.

Un metodo efficace per trattare le vene varicose nei casi avanzati è la chirurgia - rimozione delle vene colpite, - venectomia e flebectomia. Come risultato dell'utilizzo di tali metodi di trattamento, è possibile eliminare il difetto, nonché eliminare il reflusso sanguigno e normalizzare il flusso sanguigno.

Per il trattamento delle vene varicose vengono utilizzati attivamente metodi minimamente invasivi, che presentano molti vantaggi rispetto ad altri metodi:

  • sicurezza ed efficienza;
  • eseguire manipolazioni su base ambulatoriale senza necessità di ricovero in ospedale e l'uso di anestesia generale;
  • la procedura si svolge senza incisioni e cicatrici;
  • recupero veloce;
  • dopo l'operazione, il paziente può tornare immediatamente al solito modo di vivere.

Esistono tipi di metodi minimamente invasivi per il trattamento delle vene varicose come:

  • scleroterapia - con l'aiuto di un'iniezione, viene iniettata una sostanza speciale che incolla le pareti di una vena patologica. Le manipolazioni vengono eseguite sotto il controllo di apparecchiature ad ultrasuoni e sono efficaci nella lotta contro le vene varicose;
  • la coagulazione laser è un'alternativa progressiva al trattamento chirurgico. La tecnica si basa sull'effetto termico di un raggio laser sulle pareti interne delle vene, per cui i vasi venosi vengono chiusi con un ottimo effetto estetico;
  • miniflebectomia - rimozione di vene varicose e vene attraverso piccole punture nella pelle utilizzando uno speciale bisturi, ago e uncino;
  • chiusura delle vene con colla biologica - incollaggio del lume di una vena affetta da vene varicose con una colla speciale.

Nota: ogni metodo ha alcune indicazioni e controindicazioni, che possono essere rilevate durante la consultazione. Il chirurgo vascolare aiuterà a scegliere il metodo di trattamento più adatto dopo un attento studio della storia e una diagnosi dettagliata.

Prevenzione delle vene varicose

La prevenzione tempestiva è in grado di prevenire la comparsa di vene varicose, che è particolarmente rilevante per le persone a rischio.

Le principali misure preventive sono le visite regolari a un flebologo, nonché l'eliminazione dei fattori negativi che sono le cause della patologia: aderendo a semplici raccomandazioni, è possibile prevenire la malattia. Mantenere la bellezza e la salute dei tuoi piedi è facile, se segui alcuni suggerimenti:

  • è ragionevole avvicinarsi alla scelta delle scarpe e dare la preferenza a modelli comodi senza tacchi alti;
  • sbarazzarsi di chili in più e tenere traccia del peso;
  • indossare abiti comodi che non ostacolino i movimenti;
  • muoviti di più: cammina, nuota;
  • escludere uno sforzo fisico prolungato sulle gambe e non sollevare oggetti pesanti;
  • limitare le visite a saune e bagni, bagni caldi;
  • indossare biancheria intima fatta di calze a compressione (per le persone di un gruppo a rischio elevato);
  • eseguire ginnastica e massaggi speciali;
  • mangiare in modo corretto ed equilibrato;
  • sbarazzarsi delle cattive abitudini.

Scopri di più su vene varicose, metodi di trattamento e prevenzione in consultazione con un flebologo.