Le vene varicose: trattamento e prevenzione

Le vene varicose degli arti inferiori sono un problema che inizia davvero a disturbare le persone solo nella fase dell'apparizione di pronunciati cambiamenti nello stato dei vasi sanguigni - "sacche" viola che sporgono sopra la pelle, vene gonfie o ampi accumuli di "stelle".

piedi ragazza

Tuttavia, tutto quanto sopra è già una manifestazione tardiva della malattia vascolare e di solito poche persone prestano attenzione ai primissimi sintomi, cancellando le spiacevoli sensazioni per la normale fatica. E invano: il trattamento delle vene varicose nella fase iniziale è più efficace e delicato.

Meccanismo delle vene varicose

Per comprendere il meccanismo di sviluppo delle vene varicose, è necessario sapere come il sangue circola attraverso i vasi delle gambe. Sorge dal basso verso l'alto, superando la forza di gravità. Ciò richiede una certa pressione, che rimane normale se il sangue non incontra ostacoli sul suo cammino. La funzione di una pompa è svolta dai muscoli delle gambe e le valvole venose bloccano il rilascio di sangue dalle vene profonde a quelle superficiali.

Quando questo meccanismo viene interrotto (ad esempio, con una costante compressione dei muscoli delle gambe con biancheria o scarpe troppo strette, carichi statici pesanti), il corpo deve aumentare la pressione del sangue per spingerlo verso l'alto.

Ecco come si sviluppa l'insufficienza valvolare, in cui si osserva il reflusso - il ritorno del sangue dalle vene profonde a quelle superficiali.

Un aumento forzato della pressione arteriosa in alcune aree delle vene porta ad un eccessivo allungamento e all'esaurimento prematuro delle pareti dei vasi, a seguito dei quali diventano visibili nodi sottocutanei bluastri o viola.

Tuttavia, il problema non si limita al deterioramento dell'aspetto delle gambe: le vene varicose degli arti inferiori comportano inevitabilmente molte complicazioni che possono portare alla disabilità e persino alla morte di una persona.

Cause delle vene varicose

L'insufficienza valvolare e venosa è la ragione principale dello sviluppo delle vene varicose, ma ci sono molti fattori che innescano il meccanismo patologico ad un certo punto.

Questi fattori includono sia una predisposizione genetica (pareti e valvole delle vene naturalmente deboli), sia ciò che dall'esterno influenza lo stato funzionale dell'apparato venoso delle gambe:

  • Carichi statici costanti e molto significativi sulle gambe dei rappresentanti di professioni "in piedi" - venditori, parrucchieri, chirurghi, dentisti;
  • Sollevamento pesi, che colpisce le navi delle gambe dei facchini e dei portatori;
  • Cattive abitudini (fumo, che provoca vasospasmo cronico);
  • Seduta forzata e prolungata (trasporto aereo, lavoro al computer), in cui vi è una costante spremitura degli arti sopra le ginocchia;
  • Indossa biancheria intima e scarpe scomode (calze elastiche e scarpe attillate).

Alcune condizioni e malattie fisiologiche contribuiscono allo sviluppo delle vene varicose degli arti inferiori:

  • Gravidanza;
  • completezza eccessiva;
  • Costipazione cronica dovuta a malattie dell'intestino, ghiandola tiroidea, errori dietetici;
  • Assunzione di contraccettivi per prevenire la gravidanza o correggere i livelli ormonali in alcune malattie.

Sintomi delle vene varicose degli arti inferiori

Quando la malattia è appena iniziata, la sintomatologia è poco preoccupante per le persone, poiché è lieve e scompare rapidamente dopo un lungo riposo e un sonno. In breve, può essere chiamato sindrome delle gambe pesanti, che si manifesta nel modo seguente:

  • Lieve gonfiore dei piedi e delle caviglie, che appare alla fine della giornata o al caldo e scompare completamente al mattino;
  • Maggiore affaticamento delle gambe, sensazione di pesantezza in esse anche dopo uno sforzo minore;
  • Crampi ai muscoli del polpaccio di notte;
  • Grave prurito alle gambe (specialmente di notte).

La comparsa di edema in una fase precoce delle vene varicose si nota inizialmente solo nell'area delle caviglie e della parte posteriore dei piedi e, con la progressione della malattia, l'edema aumenta più in alto - verso gli stinchi.

La pelle nelle aree interessate cambia colore, diventando bluastra e quindi acquisendo una tonalità viola, che gli esperti considerano un segno dello sviluppo dell'insufficienza venosa cronica. Nei casi più avanzati, compaiono ulcere trofiche sulle gambe.

Come vengono diagnosticate le vene varicose

Come accennato in precedenza, le persone prestano poca attenzione alle condizioni delle loro gambe all'inizio della malattia e vanno dal medico solo dopo molti anni, dopo aver già notato chiari segni di patologia: vene gonfie, nodi viola o blu.

Naturalmente, una sintomatologia così ovvia, unita a lamentele di dolore e difficoltà nel camminare, parla da sola, ma i flebologi non si limitano mai all'esame.

Per una valutazione più accurata dello stato dei vasi delle gambe, vengono utilizzati test speciali e tecniche ad ultrasuoni: queste misure diagnostiche ci consentono di scoprire le condizioni delle valvole venose e il grado di pervietà delle vene profonde.

Il quadro più completo dello stato del sistema venoso con le vene varicose degli arti inferiori è dato dall'ecografia - duplex scan o dall'ecografia Doppler. Entro mezz'ora, lo specialista riceve informazioni assolutamente obiettive e accurate sulle condizioni delle pareti e delle valvole delle navi, sulla pervietà delle vene, sulla presenza di aree trombose. I risultati della ricerca costituiscono la base della tattica di trattamento scelta, ambulatoriale o chirurgica.

Trattamento delle vene varicose degli arti inferiori

A seconda del grado di lesioni vascolari, il medico sceglie la tattica del trattamento.

Trattamento conservativo

Il trattamento conservativo viene utilizzato nei casi in cui le vene non sono ancora troppo dilatate o ci sono controindicazioni a qualsiasi operazione.

Tale terapia consiste nell'uso costante di speciali mutande compressive e bendaggi elastici, nonché nell'uso di droghe - flebotonici, diuretici per eliminare l'edema e mezzi per migliorare la microcircolazione del sangue nei tessuti.

Anche la dieta svolge un ruolo importante: per prevenire un ulteriore deterioramento delle condizioni delle vene, si consiglia ai pazienti di limitare il sale e il bere.

I pazienti sono incoraggiati a frequentare corsi di fisioterapia, dove sono incoraggiati a svolgere esercizi speciali per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna nelle gambe.

Per le vene varicose delicate, sono utili il nuoto e i pediluvi caldi con una piccola quantità di sale da tavola.

Trattamento chirurgico

Le operazioni chirurgiche sono prescritte per prevenire il reflusso (iniezione posteriore di sangue dalle vene profonde in quelle superficiali). Portano i risultati più efficaci, poiché risolvono radicalmente il problema - mediante l'escissione dei tronchi delle grandi e piccole vene safene con legatura delle vene comunicanti interessate.

Tuttavia, questo trattamento ha le sue controindicazioni.

L'intervento chirurgico è vietato quando:

  • Malattie di cuore, polmoni, fegato e reni;
  • Gravidanza;
  • Focolai purulenti disponibili.

La scleroterapia è riconosciuta come il metodo più delicato ed efficace per il trattamento delle vene varicose (a proposito, non solo di quelle delle gambe). Il suo scopo è quello di distruggere l'intima della vena colpita, per la quale viene iniettata una speciale soluzione sclerosante. Inoltre, le pareti della vena si uniscono senza la formazione di un coagulo di sangue.

Diverse manipolazioni di questo tipo consentono di ottenere il restringimento completo della vena varicosa e di "spegnerla" dal flusso sanguigno venoso.

La scleroterapia è poco traumatica, assolutamente indolore e il periodo di riabilitazione dopo un ciclo di tali iniezioni è compreso tra un mese e tre - e non sono richieste gravi restrizioni sull'attività fisica.

La malattia delle vene varicose non è solo brutta, ma anche pericolosa: la patologia trascurata spesso immobilizza i pazienti e l'elevata probabilità di sviluppare trombosi venosa non esclude il verificarsi di una complicanza grave e formidabile: l'embolia polmonare.

Per evitare un simile finale, prenditi cura delle gambe fin dall'infanzia: osserva il tuo peso, muoviti abbastanza, non dimenticare le pause durante le ore di lavoro sedentario, porta i pesi correttamente.

Prevenzione delle vene varicose: gruppi a rischio

  • Il lavoro associato a posizione eretta o seduta costante è un'indicazione diretta per l'adozione di misure preventive. Non aspettare che compaiano i sintomi. Da un punto di vista evolutivo, solo due modalità sono corrette per il corpo umano: mentire e muoversi. Nel primo caso, il deflusso di sangue è facilitato, poiché la gravità non agisce sul lavoro delle vene; nel secondo, i muscoli che lavorano intensamente svolgono una funzione simile a una pompa. Il carico stazionario per le vene è dannoso.
  • La seconda indicazione diretta è la gravidanza. Questo carico è temporaneo, ma significativo, poiché consiste di due componenti: aumento di peso e un grande volume di sangue e linfa.
  • La terza indicazione è la predisposizione ereditaria. Indebolimento delle pareti dei vasi sanguigni e, di conseguenza, l'ingrandimento varicoso si manifesta anche nei bambini.

Prevenzione sedentaria

Il normale flusso sanguigno fornisce una posizione orizzontale, preferibilmente elevata della parte inferiore delle gambe con le ginocchia dritte. Quando lavori in un ufficio o istituzione, è difficile occupare questa posizione, ma puoi applicare alcune tecniche per migliorare la circolazione sanguigna.

  1. Posizionamento periodico di gambe estese sul tavolo, altezza ideale a livello del cuore.
  2. Un poggiapiedi sotto il tavolo riduce la pressione sulle vene.
  3. Tensione e rilassamento della caviglia, rotazione dei piedi, flessione con la forza delle dita dei piedi costringono i muscoli del polpaccio a lavorare, aumentando il flusso sanguigno.
  4. Ogni ora è necessario alzarsi per 8-10 minuti per riscaldarsi: camminare, fare alcuni salti. Fumare vicino al bagno non è una misura preventiva.

Misure preventive per carico fisso verticale

La posizione costante in posizione verticale non è meno pericolosa. La prevenzione delle vene varicose, infatti, si riduce allo stesso meccanismo: attivazione dei muscoli della parte inferiore della gamba.

  1. Camminare lentamente, ad esempio, spostarsi all'interno del negozio, non dà un carico utile. Camminare deve essere veloce per ottenere l'effetto. Salire le scale ha un effetto benefico.
  2. Ruotando i piedi, muovendo i piedi su e giù per la tensione, forza i muscoli della caviglia ad agire.
  3. Alzarsi sulle dita dei piedi e rotolare dalla punta al tallone hanno lo stesso effetto.
  4. Una volta ogni due ore, devi assumere una posizione seduta. In questo caso, le gambe tese dovrebbero essere posizionate su una pedana - la posa del "cowboy".

Un eccellente rimedio aggiuntivo sia per il lavoro sedentario che per le gambe sono i pediluvi freddi e il bagnarsi.

Esercizio

Questa è la migliore prevenzione e cura. Questo tipo di prevenzione delle vene varicose può essere effettuata a casa.

Allungare le gambe regolarmente sarà la migliore prevenzione per il lavoro sedentario.

  1. La normale circolazione sanguigna dipende fortemente dalla funzione muscolare. In questo caso, un prerequisito è proprio il carico. I muscoli devono lavorare sodo, quindi una camminata lenta per 20 minuti non è di alcun beneficio. Molto più efficace è la corsa veloce per 5 minuti.
  2. Aerobica, danza, corsa - durante l'esercizio fisico, i muscoli della parte inferiore della gamba e del piede sono attivamente contratti.
  3. Ciclismo: allo stesso tempo riduce lo stress meccanico, poiché il peso corporeo scompare e aumenta lo stress muscolare.
  4. Nuoto: un terzo viene aggiunto ai due fattori citati: la posizione orizzontale degli stinchi. Il nuoto è la migliore prevenzione delle vene varicose.
  5. Esercizio sui simulatori: richiede la consultazione di un medico e di un allenatore, poiché con un buon carico muscolare aumenta il carico meccanico.

Il massaggio è un buon adiuvante, migliora il deflusso di sangue e linfa. Tuttavia, è impossibile sostituire l'attività fisica con il massaggio.

Maglia a compressione

È prescritto e usato quando compaiono i sintomi delle vene varicose. L'effetto si basa sulla compressione meccanica delle vene superficiali dilatate. La maglieria non influisce sulle navi che vivono in profondità.

La biancheria intima a compressione è prodotta sotto forma di calze, golf, calze e collant. La pressione massima sulla caviglia è del 100%, nella parte superiore della coscia è del 40%. Ciò facilita il movimento verso l'alto del sangue.

La quantità di pressione è diversa. Quando si contrassegnano i prodotti, vengono indicate la classe di pressione e compressione massima.

La biancheria intima a compressione ha controindicazioni:

  • malattia arteriosa cronica - endoarterite, aterosclerosi, ortoarterite;
  • malattie infiammatorie della pelle, dermatiti, eczema e così via;
  • flebite settica, insufficienza cardiopolmonare;
  • diabete mellito: è necessaria la consultazione di un medico, poiché il diabete spesso provoca danni ai vasi delle gambe.

Prevenzione delle malattie durante la gravidanza

La prevenzione durante la gravidanza comprende le stesse fasi del lavoro sedentario o della posizione prolungata. La differenza essenziale è la graduale riduzione del carico.

  1. La maglieria a compressione, se non ci sono controindicazioni, è prescritta in 12-13 settimane. Questi sono solitamente collant di classe 1–2 che non esercitano pressione sull'addome.
  2. A 10 settimane, può essere prescritta una benda per sostenere l'utero. Ciò riduce la pressione sulle vene delle gambe, migliorando il flusso sanguigno.
  3. Attività fisiche disponibili: aerobica e nuoto, in particolare quest'ultima, a piedi, ma sempre a un ritmo rapido. Muoversi lentamente non attiva i muscoli.
  4. Appoggia i piedi su un cuscino, se possibile, mentre dormi.
  5. È necessario evitare le procedure termiche: bagno, sauna, poiché il calore favorisce l'espansione delle arterie. Di conseguenza, il flusso sanguigno migliora e il deflusso rallenta, il che porta alla stagnazione.

Le vene varicose sono molto più facili da prevenire o arrestare nelle prime fasi, quando solo le vene superficiali hanno subito cambiamenti. In questo caso, solo le vene del ragno e la necessità di seguire le raccomandazioni sopra descritte rimangono un "promemoria". Il danno alle vene profonde richiederà un trattamento più lungo, fino all'intervento chirurgico incluso.